Posts in Category: Comunicato stampa

“Goliath” e “On the border” i premiati del Collateral102 2018

Buona la risposta del pubblico e veramente notevole il Miglior Film della rassegna torinese, già apprezzato in altri importanti festival

Si è conclusa oggi, alle 00.30, la seconda edizione di Collateral102, l’ultima rassegna di cinema indipendente prima della Sesta edizione del Torino Underground Cinefest di marzo, proposta dalle associazioni ArtInMovimento e SystemOut. Buona la risposta del pubblico accorso al Cinema LUX di Torino.
La giuria, formata da tecnici del settore e da giornalisti, ha premiato, tra i diciannove film selezionati, come Miglior Film il lungometraggio svizzero “Goliath” (2017) diretto da Dominik Locher. Un film che è già stato protagonista, fra gli altri, ai Festival di Locarno, Varsavia, Nashville, Busan e Tallin. “Dal titolo e dalle prime scene, è già ovvio che il regista è uno che presta un’incredibile attenzione ai dettagli che possono aiutare a rafforzare la sua narrazione.
Attraverso la storia di due giovani emarginati,  Jessy e David, Golia esamina anche i ruoli tradizionali di genere e, soprattutto, l’idea che gli uomini debbano essere in grado di proteggere fisicamente i loro cari a tutti i costi. Si percepisce una vera e propria ossessione del regista per quest’idea. Poi, un finale ricco di suspense e commovente, con il regista che trova il più consono tono per concludere senza appesantire la realtà di questi due personaggi. È la giusta conclusione di un film che ci presenta un grandissimo talento svizzero, il regista trentaseienne Dominik Locher”, precisa il Presidente della Giuria.
Viene attribuita la Menzione speciale ArtInMovimento Magazine al cortometraggio cinese “On the border” (2018) diretto da Wei Shujun, “per diversi fattori legati al linguaggio e all’estetica che il regista cinese imprime al suo lavoro. Il film è realizzato con straordinaria eleganza, cura estetica e accuratezza nella composizione del quadro. Al resto ci pensa la storia del protagonista, un adolescente cinese che, con grande caparbietà, prova a realizzare il suo sogno di andare in Corea”, sottolinea Annunziato Gentiluomo, in qualità del direttore responsabile della testata e presidente dell’Associazione ArtInMovimento.
“Non ci resta che dare appuntamento a marzo 2019 con la Sesta edizione del Torino Underground Cinefest, diretto dal regista indie torinese Mauro Russo Rouge. Saranno cinque giorni pieni di proiezioni di film che stiamo continuando a ricevere conncostanza”, afferma Matteo Valier, referente dell’Associazione SystemOut.
“Si preannuncia una sesta edizione di grande fascino che ci consoliderà come festival
internazionale del cinema indipendente. Tantissimi film in concorso, altrettanti ospiti attesi in città e, soprattutto, una grandissima voglia di respirare 24
fotogrammi al secondo”, conclude Annunziato Gentiluomo.

Un buon successo di pubblico per la prima edizione del “Collateral 102 FilmFest” (Photo Gallery)

Più di 200 passaggi per l’anticamera del Torino Underground Cinefest del prossimo marzo

Finito in orario con più di 200 passaggi il “Collateral 102 FilmFest”, in scena ieri, 6 dicembre, presso il Cinema Classico, sito in p.zza Vittorio, 5 a Torino, proposto da SystemOut e dall’A.C.S.D. ArtInmovimento, con la direzione artistica del regista indipendente Mauro Russo Rouge.

Sono stati proiettati 23 film selezionati fra i quasi 800 film, tra lunghi e corti, pervenuti da tutto il mondo. Il gradimento del pubblico è stato evidente soprattutto durante i “Question & Answer” con Hayko Gevorgyan (“The Symon’s Way”), Denise Alessandra Ambroggio e Gordon James Asti (“Beulah”) e Luigi D’Alife (“Binxet-Sotto il confine”. Soprattutto con quest’ultimo si è parlato della genesi del suo documentario, dei “numeri” dello stesso e del processo distributivo con il supporto di Movieday.

“È finita anche quest’altra rassegna di cinema. Una giornata piena. Siamo usciti dal Classico di Torino alle 2 di notte. Una di quelle giornate come poche se ne vedono. Sono ovviamente soddisfatto del risultato di Collateral102 che riproporremo il prossimo anno e sono molto grato a chi mi sta supportando, in particolare Annunziato Gentiluomo, presidente di ArtInMovimento, e Matteo Valier, presidente di SystemOut. Adesso insieme ci concentreremo sul Torino Underground del prossimo marzo. Sarà una quinta edizione di un certo spessore della durata di 3 giorni. Arriveranno a Torino moltissimi autori in rappresentanza dei propri film. Ad oggi il Torino Underground ha ricevuto oltre 2 mila film da tutto il mondo. Chi volesse inviare il proprio film può farlo attraverso le piattaforme dedicate. Sul nostro sito ufficiale www.oiff-cinefest.com si trovano tutte le informazioni necessarie. La deadline è fissata per il 7 di febbraio”.

Locandina
DSC_6865 g
DSC_6846nx
DSC_6864nx
DSC_6872nx
DSC_6886nx
DSC_6890nx
DSC_6929nx
DSC_6949nx
DSC_6964nx
DSC_6975nx
DSC_6968nx
DSC_6826 g
DSC_6782nx

Interessanti ospiti per il Collateral 102 FilmFest

Mercoledì 6 dicembre in sala Hayko Gevorgyan per il film “The Symon's Way”, Denise Alessandra Ambroggio e Gordon James Asti per “Beulah”, e Luigi D’Alife per il documentario “Binxet-Sotto il confine”.

Mancano solo due giorni alla prima edizione del Collateral 102 Film Fest, partner del più blasonato Torino Underground Cinefest. La kermesse cinematografica sarà infatti in scena il 6 dicembre 2017, dalle ore 13.00 alle ore 01.30 del 7 dicembre, presso il Cinema Classico, sito in p.zza Vittorio, 5 a Torino, promossa da SystemOut e A.C.S.D. ArtInmovimento, sotto la direzione artistica del regista indipendente Mauro Russo Rouge.

A meno di quarantotto ore dall’evento, sono arrivate significative conferme sugli ospiti. Si segnala la presenza in sala di Hayko Gevorgyan, rappresentante del film armeno “The Symon’s Way” del regista Edgar Baghdasaryan, miglior cortometraggio armeno nel 2016 agli Armenian Film Academy Award. Dopo la proiezione del film, fissata per le 17.35, Hayko Gevorgyan interverrà in un dibattito con il pubblico presente in sala.

A seguire, alle 18.25, sarà proiettato il film “Beulah” di Denise Alessandra Ambroggio e Gordon James Asti, presenti entrambi in sala, disponibili a rispondere alle domande del pubblico a partire dalle ore 18.45.

Infine presenzierà all’evento il regista di “Binxet-Sotto il confine”, Luigi D’Alife. Al termine della proiezione, prevista per le ore 20.30, il regista spiegherà come sta affrontando il processo distributivo con il supporto di Movieday. Moltissime date in tutta Italia con un “nuovo” sistema che la distribuzione tradizionale non gradisce.

Presiedono gli interventi con gli autori l’attore e doppiatore Giorgio Perno e il presidente dell’A.C.S.D. ArtInMovimento, il giornalista Annunziato Gentiluomo.

“C’è tanta bellezza nel mondo del cinema e sono felice di questo. Siamo partiti qualche anno fa con l’intento di portare a Torino il maggior numero possibile di film. Il 2017 ci ha visto protagonisti della quarta edizione del Torino Underground che tornerà a Marzo 2018 con la quinta edizione, e di due intensissime maratone cinematografiche, il Filmmaker Day. Adesso proponiamo Collateral 102. Siamo subissati quotidianamente da film provenienti da ogni angolo del pianeta. Oltre 3 mila film ricevuti solo nel 2017 e sono molti quelli che meritano di essere visti e goduti. Al termine di Collateral 102 torneremo subito al lavoro per preparare una quinta edizione del Torino Underground Cinefest che possa far parlare di sé e soprattutto diventerà un riferimento per un genere in cui crediamo profondamente”, dichiara Mauro Russo Rouge, mente creativa della kermesse.

“Lavoriamo per il cinema. Agiamo affinché sia possibile far accedere a questa arte chiunque. Ci operiamo perché tutte le manifestazioni di questa “musa” possano trovare spazio sul grande schermo. E siamo orgogliosi di quello che si sta manifestando”, afferma Annunziato Gentiluomo, direttore responsabile di ArtInMovimento Magazine, media-partner dell’evento.

“Tutto ormai è pronto. Stiamo accendendo i motori per partire con questa nuova scommessa, essendo già in pista per il prossimo Torino Underground Cinefest che stupirà”, conclude Matteo Valier, Presidente di SystemOut.

Il programma è consultabile a questo link: https://www.filmfestivalevent.com/wp-content/uploads/2017/11/Collateral102-Programma-Live-06-12-17.pdf.

Il 6 dicembre al Cinema Classico di Torino atterra il Collateral 102 FilmFest

Più di 200 passaggi per l’anticamera del Torino Underground Cinefest del prossimo marzo

Aspettando il Torino Underground Cinefest, una ulteriore kermesse cinematografica del regista indipendente Mauro Russo Rouge, proposta da SystemOut e dall’A.C.S.D. ArtInMovimento.23 selezionati tra i quasi 800 film arrivati.

Il 6 dicembre 2017, dalle ore 13.00 alle ore 01.30 del 7, presso il Cinema Classico, sito in p.zza Vittorio, 5 a Torino, SystemOut e l’A.C.S.D. ArtInmovimento propongono il “Collateral 102 FilmFest”, con la direzione artistica del regista indipendente Mauro Russo Rouge.

Aspettando il Torino Underground Cinefest, questa kermesse che lo precede, prevede 23 film selezionati fra i quasi 800 film, tra lunghi e corti, pervenuti da tutto il mondo.
Tra i film in rassegna si segnalano: “Marlon” della regista francese Jessica Palud; “Transmission” degli inglesi Varun Raman e Tom Hancock (girato su pellicola 35mm, selezionato a oltre 50 festival internazionali); il documentario “Binxet. Sotto il confine” del regista italiano Luigi D’Alife (presente in sala, che interverrà per spiegare come sta procedendo la sua distribuzione in Italia).

È importante segnalare altri film italiani in rassegna, tutte e tre commedie: “Buffet” diretta da Santa de Santis e Alessandro d'Ambrosi (selezione ufficiale ai NASTRI D’ARGENTO); “L’ultima Orazione” di Gustav Baldassini (Miglior Film Italiano - Premio Del Pubblico al MIFF - Milan International Film Festival 2016); “Chi salverà le rose?” per la regia di Cesare Furesi e di cui si segnala la notevole interpretazione di Carlo Delle Piane.

“Il Collateral 102 Film Fest si affianca al Filmmaker Day rappresentando un’altra opportunità e soprattutto una vetrina interessante per gli autori. Gli italiani rispondono in modo sempre più cospicuo e ciò ci inorgoglisce. Tutto però è una sorta di anticamera del Torino Underground Cinefest che si terrà il prossimo marzo”, sottolinea il direttore artistico.

“Stiamo crescendo. I numeri sono dalla nostra parte e anche il ritorno di pubblico è positivo. Quindi proseguiamo la nostra attività di ambasciatori di culture e subculture, credendo nel grande potere del cinema”, afferma Annunziato Gentiluomo, Presidente di ArtInMovimento.

“Nonostante il lavoro sia tanto, continuiamo con dedizione, credendo nel progetto e sicuri che il Torino Underground Cinefest lascerà il segno. Adesso però concentriamoci sul Collateral 102 Film Fest che sarà tra qualche giorno”, afferma Matteo Valier, Presidente di SystemOut.

Il programma è consultabile sul sito ufficiale www.filmfestivalevent.com, più precisamente a questo link: https://www.filmfestivalevent.com/wp-content/uploads/2017/11/Collateral102-Programma-Live-06-12-17.pdf.

Il media-partner è ArtInMovimento Magazine.